rc macchine operatrici e carrelli elevatori


Le assicurazioni rc macchine operatrici e carrelli elevatori

La movimentazione di veicoli a motore all'interno delle aree aziendali aperte all'accesso di terzi, comporta problemi assicurativi non facilmente risolvibili. Sovente all'interno di tali aree circolano veicoli a motore, quali carrelli elevatori e macchine operatrici, non assicurati per la Responsabilita' Civile Auto (RCA), in quanto erroneamente si ritiene che le aree aziendali siano private, non equiparate ad uso pubblico, e che quindi i veicoli ivi circolanti non siano soggetti all'assicurazione obbligatoria rca. Qualora i piazzali aziendali siano equiparabili ad aree ad uso pubblico, i danni provocati all'interno di dette aree da carrelli o macchine operatrici, che non hanno una polizza di assicurazione rca, che è obbligatoria, non sono coperti. I danni procati a terzi restano, quindi, a carico delle aziende proprietarie di detti veicoli. Ne' tantomeno, tali danni possono essere coperti dall'assicurazione generale rco (responsabilita' civile operatori) delle aziende, in quanto tale polizza prevede un'esplicita esclusione per i danni derivanti da circolazione stradale, rientranti nella rc auto obbligatoria.
Per attenuare le conseguenze negative derivanti dalla circolazione delle macchine operatrici, nonche' dei carrelli elevatori, e' necessario che le aziende adottino le seguenti precauzioni:
- regolino l'accesso ai piazzali aziendali mediante appositi dispositivi (cancelli, sbarre, o altro) in modo da potere invocare, in caso di sinistro, l'effettivo carattere privato dell'area, con conseguente copertura dei danni a terzi nell'ambito dell'assicurazione rco (responsabilita' civile operatori) 
- assicurino con polizza rca obbligatoria il carrello elevatore e/o le macchine operatrici circolanti all'interno delle aree aziendali che, in assenza di predetti requisiti, possono essere qualificate come aree equiparate ad uso pubblico.
- assicurino con polizza rc auto, obbligatoria, i carrelli e/o le macchine operatrici circolanti su strada pubblica, anche solo saltuariamente (ad esempio per le operazioni di carico e scarico di veicoli fermi sulla pubblica strada ovvero per attraversamento della via pubblica per recarsi da uno stabilimento all’altro).
Qualora tali veicoli non siano immatricolati ma siano autorizzati alla circolazione saltuaria su strade ad uso pubblico ai sensi del D.M. 28/12/1989, alcune compagnie di assicurazioni, (non tutte!!), sono disposte a prestare l'assicurazione rca. Generalmente le assicurazioni rc per le macchine operatrici e carrelli  elevatori non prevede la fomula tariffaria bonus malus, ma pejus, tariffa o franchigia fissa.
Pejus
Viene applicata se durante il periodo di osservazione precedente sono stati pagati, dall'assicurazione, più sinistri.  La liberalizzazione delle tariffe rende questa norma di applicazione facoltativa da parte delle imprese.
In concreto, l'applicazione avviene nel seguente modo: 
- se nel periodo di osservazione, sono stati pagati fino a 2 sinistri la misura del pejus corrisponde al 15% del premio; 
- se fossero stati pagati 3 o più sinistri, tale misura diventerebbe il 25%.
Furto e incendio nell'assicurazione rc carrelli elevatori e macchine operatrici
Garantisce il risarcimento del valore commerciale, (al momento in cui si verifica l'evento dannoso), delle macchine operatrici e/o carrelli elevatori. Alcune compagnie di assicurazioni possono applicare alla garanzia scoperto e franchigia (parte di risarcimento che non viene liquidato, ma rimane a carico del contraente).

Advertising

Advertising