assicurazione rc macchine e mezzi agricoli


Rc per i mezzi agricoli e le macchine agricole, le polizze di assicurazioni

Per la circolazione su strada, i macchinari agricoli necessitano di una copertura d'assicurazione responsabilità civile (rc) per danni causati a terzi.
Il contratto di assicurazione rc per macchinari e mezzi agricoli
L'assicurazione rc per i macchinari agricoli e' il contratto con il quale le compagnie di assicurazioni, a fronte del pagamento di una somma di danaro, detta premio, si obbliga a risarcire a terzi eventualmente danneggiati, il danno arrecato dalla circolazione di un veicolo a motore senza rotaie che invece dovrebbe essere risarcito dal guidatore e/o dal proprietario responsabile (dei macchinari e mezzi agricoli). Il limite del risarcimento è detto massimale di garanzia ed è la somma massima stabilita in contratto che la compagnia di assicurazione si impegna a risarcire. Sono definiti terzi danneggiati tutti i soggetti che abbiano subito danni alla persona o alle cose a causa della circolazione del veicolo assicurato. Tali soggetti hanno diritto a ottenere il risarcimento del relativo danno da parte della compagnia di assicurazioni. La polizza di assicurazione rc per i mezzi agricoli e le macchine agricole comprende anche la responsabilita' per i danni (solo, pero' quelli alla persona e non alle loro cose) causati ai terzi trasportati a bordo del veicolo assicurato a prescindere dall'accertamento della responsabilita'. Non e' considerato terzo danneggiato, quindi non ha diritto a beneficiare delle prestazioni garantite dal contratto di assicurazione rc per i macchinari e mezzi agricoli il conducente del veicolo responsabile del sinistro.
L'operativita' delle garanzie della polizza rc macchine e mezzi agricoli
Le garanzie sono operanti a partire dalle ore 24 del giorno di decorrenza indicate nella polizza di assicurazione, sempre che il premio sia stato effettivamente pagato, altrimenti operano a decorrere dalle ore 24 del giorno del pagamento del premio.
Il pagamento del premio dell'assicurazione rc per i macchinari e mezzi agricoli
E' previsto anche il pagamento rateale del premio (che sara' maggiorato percentualmente in base alla rateazione scelta). Se alla scadenza fissata l'assicurato non paga il premio dovuto, l'assicurazione resta sospesa dalle ore 24 del quindicesimo giorno successivo a quello della scadenza e si riattivera' alle ore 24 del giorno in cui il premio sara' pagato.
Assicurazioni rc macchine e mezzi agricoli, la clausola di durata e rinnovo
Indica la durata del contratto e le modalita' del rinnovo della polizza di assicurazione responsabilita' civile per i macchinari agricoli. La durata e' normalmente di un anno. Il contratto puo' prevedere o meno il suo rinnovo tacito alla scadenza. Se e' previsto il rinnovo tacito per far cessare il contratto si deve inviare la disdetta entro il termine fissato nel contratto stesso che comunque non puo' essere superiore ad un mese prima della scadenza. La legge consente all'assicurato (in caso di premio di rinnovo invariato o diminuito rispetto all'annualita' precedente) di dare disdetta del contratto di assicurazione, con raccomandata o tramite fax, almeno 15 giorni prima della data di scadenza indicata nella polizza. Di solito alcune compagnie di assicurazioni mantengono operanti le garanzie previste dal contratto fino alle ore 24 del quindicesimo giorno successivo alla scadenza. Entro tale termine il contraente deve provvedere a pagare il premio della nuova proposta di polizza rc predisposta dalla compagnia, ovvero a stipulare una nuova polizza con un’altra compagnia di assicurazioni.
Pejus
Viene applicata se durante il periodo di osservazione precedente sono stati pagati più sinistri. La liberalizzazione delle tariffe delle assicurazioni, rende questa norma di applicazione facoltativa da parte delle compagnie di assicurazioni.
In concreto, l'applicazione avviene nel seguente modo: 
- se nel periodo di osservazione, sono stati pagati fino 2 sinistri la misura del pejus corrisponde al 15% del premio 
- se fossero stati pagati 3 o più sinistri, tale misura diventerebbe del 25%.


Advertising